XV Convegno CIRSIL

«Teoria linguistica, pratica linguistica e pratica politica» Napoli, 12-14 maggio 2022

 

Chi è interessato a intervenire può inviare un breve abstract all’indirizzo nicoletta.spinolo@unibo.it e p.c. felix.sanvicente@unibo.it entro il 15 aprile 2022.

 

Tematica del convegno

Il convegno si pone in continuità con il XIV convegno del CIRSIL (Pisa, settembre 2021), dedicato ai complessi rapporti tra didattica delle lingue e ideologie dominanti nell’età moderna e contemporanea, alla luce del modo in cui i rapporti di potere economici, politici e sociali, apparentemente estranei agli insegnamenti linguistici, hanno influenzato nel corso dei secoli la creazione di strumenti didattici, la strutturazione dei diversi approcci, l’insegnamento delle lingue minoritarie e il dibattito sulla formazione dei docenti.

Inserendosi in tale solco, il convegno del 2022 focalizzerà la propria attenzione sul complesso nodo tra Teoria linguistica, pratica linguistica e pratica politica.

Il riconoscimento della intrinseca ‘politicità’ della realtà linguistica, che accompagna la riflessione sulla prassi della ricerca e del metodo, avrà come punto privilegiato di osservazione, e analisi, l’ampio e diversificato materiale didattico che nel corso degli ultimi due secoli è stato concepito e utilizzato per l’insegnamento delle lingue (ad es. esemplificazioni, esercizi o dialoghi, ma anche manuali, dizionari, eserciziari etc.).

La ricerca, nelle testimonianze della didattica erogata (ad es. dispense) e nei materiali didattici prodotti, della presenza di questa visione/consapevolezza della profonda politicità dei fatti linguistici – che nulla ha a che vedere con i sottocodici tecnici propri dei politici e del parler politique – verrà proiettata su un arco temporale che parte dal XIX secolo per arrivare all’attualità.

La ‘politicità’ dei fatti linguistici, e prioritariamente quindi dell’insegnamento linguistico, costituirà la bussola per individuare materiali originali, illuminate operazioni editoriali (ad es. i ‘manualetti’ di Ernesto Monaci), acute riflessioni teoriche (come la linguistica educativa secondo Tullio De Mauro), utili a ripensare il passato affinché orienti positivamente il presente.